Eredità Pautrier e Gabriel

Sostegno economico per genitori vedovi con figli minori a carico

In che cosa consiste?

La Signora Pautrier Maria Anna (1895-1978) e la Signora Elena Gabriel (1926-2011) hanno generosamente lasciato all’Ufficio Pio una parte della loro eredità perché questa venisse destinata al sostegno di genitori vedovi con figli minori a carico o a minori che hanno perso entrambi i genitori.

Quali servizi offre?

– Contributo economico
– Supporto psicologico al genitore vedovo e al nucleo familiare
– Formazione e/o tirocini formativi
– Frequenza dei figli in età tra i 6 e i 14 anni a un soggiorno estivo o a un centro diurno estivo

Può presentare la domanda per questo progetto chi:

– Ha la cittadinanza italiana, comunitaria oppure non-comunitaria in possesso di regolare documento di soggiorno
– È residente in uno dei seguenti comuni: Beinasco, Borgaro Torinese, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pecetto Torinese, Pino Torinese, Rivoli, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Torino, Venaria Reale
– È vedova/o da non oltre 12 mesi al momento di compilazione della domanda
– Ha nel nucleo familiare almeno un figlio minore a carico
– Ha un ISEE Ordinario o Corrente per prestazioni agevolate rivolte ai minorenni non superiore a 6.000 Euro in corso di validità nel 2018

Domande e risposte

 

Come si presenta la domanda di contributo?

Esclusivamente online cliccando su “Presenta la domanda” oppure cliccando qui.

Posso compilare la domanda presso la sede di Ufficio Pio?

No, nella sede dell’Ufficio Pio non sono presenti servizi di aiuto alla compilazione della domanda di contributo.

Posso avere aiuto in caso di difficoltà nel compilare la domanda di contributo?

Se hai bisogno di aiuto per la compilazione della domanda, ti invitiamo a rivolgerti esclusivamente ai “Punti d’aiuto alla compilazione” segnalati dall’Ufficio Pio che sono formati a questo scopo e che sono totalmente gratuiti. Trovi l’elenco cliccando qui.

Sarò contattato/a dopo la presentazione della domanda?

Saranno sicuramente contattate le famiglie la cui domanda è accolta. Tuttavia, in alcuni casi un nostro operatore potrà contattarti per un approfondimento sulla situazione descritta nella domanda.