Trapezio e la prima campagna sulla vulnerabilità sociale

25 Gennaio 2019
Trapezio e la prima campagna sulla vulnerabilità sociale

L’Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo ha presentato il progetto Trapezio e la prima campagna di comunicazione dedicata al tema della vulnerabilità sociale.

La vita di ciascuno è costantemente esposta a eventi che potrebbero minare la stabilità economica, emotiva, relazionale, abitativa. La crisi economica di questi anni ha reso più instabile il contesto sociale in cui viviamo e la possibilità che tali eventi si verifichino e creino conseguenze irreparabili nella vita delle persone è più alta.
In particolare, le persone socialmente più vulnerabili, quando sono colpite da una malattia, un lutto, una separazione, la perdita del lavoro o altro evento inatteso e spiazzante corrono il rischio di scivolare in una condizione di povertà.

Trapezio si rivolge a persone che vogliono essere protagoniste attive nella costruzione di un nuovo equilibrio di vita. Trapezio infatti contribuisce economicamente a sostenere la quotidianità di queste persone permettendo loro di cercare un nuovo impiego, terminare gli studi, prendersi cura della loro salute, ma anche di utilizzare altre risorse ancora disponibili per l’avvio di un progetto imprenditoriale o per cambiare casa.

Nei mesi di gennaio e febbraio sarà diffusa in città una campagna di comunicazione dedicata alla vulnerabilità. La campagna è articolata sui sei soggetti differenti che corrispondono ad altrettante storie di vita emblematiche. Vite che svelano un risvolto inatteso e drammatico ma sulle quali non è detta l’ultima parola. Il lettore si confronterà con slogan dalla sintassi impossibile e dal contenuto spiazzante. Proprio quella sensazione di disorientamento che vive chi si trova in condizione di vulnerabilità.

Con questa campagna – afferma Nanni tosco, presidente dell’Ufficio Pio – ci proponiamo di dare rilievo ad una condizione sociale diffusa sul territorio, ma ancora poco indagata. Molto resta da fare per comprendere come agevolare le persone che vivono un momento di forte spiazzamento ad acquisire le capacità per fronteggiarlo. Certamente è indispensabile consolidare la rete delle tante realtà che quotidianamente entrano in contatto con queste persone e ridurre le probabilità che difficoltà temporanee si trasformino in una condizione di povertà conclamata.

 Scarica il comunicato stampa

 Vai al sito trapezio.org

Facebooktwitterlinkedinmail